27 Maggio 2015
  • 9TH WORLD CHAMBERS CONGRESS

1600 delegati da 120 Paesi per il Congresso Mondiale delle Camere di commercio

Torino, per la prima volta in Italia, ospiterà dal 10 al 12 giugno, il World Chamber Congress, il Congresso Mondiale delle Camere di commercio. "Un grande risultato per l'Italia e per Torino - sottolinea il presidente della Camera di commercio torinese Vincenzo Ilotte - Per portare qui il Congresso abbiamo vinto, infatti, una serrata competizione con città europee come Ginevra, Liverpool e Belfast. L'internazionalità - aggiunge - sarà il fiore all'occhiello di questo evento, che attraverso le Camere di Commercio porterà alla ribalta i temi economici più urgenti e dibattuti dalle imprese: dal commercio globale alla lotta alla disoccupazione, dallo sviluppo dei Paesi più poveri alla sostenibilità ambientale, passando attraverso questioni quali l'accesso al credito, l'uso delle nuove tecnologie, il ruolo dell'arbitrato internazionale".

Sotto lo slogan Chambers for global prosperity, nel corso del Congresso, sono in programma tre sessioni plenarie ('Global trade in the 21st century', 'Global mobility', 'A sustainable world:food, water and energy') e numerosi workshop su temi specifici, con la presenza di oltre 100 relatori internazionali. Per aziende, sponsor e delegati ci sarà,  inoltre, un'area di incontri 'business to business', con oltre 700 appuntamenti previsti.

"Abbiamo voluto che tutto il mondo fosse rappresentato in questa tre giorni - sottolinea Vincenzo Ilotte - per questo, come Camera di Commercio di Torino abbiamo messo a disposizione un budget per coprire i costi e consentire la presenza al Congresso di delegati provenienti da 48 Paesi inseriti dalle Nazioni Unite nella lista 'Least Developed Countries'. A Torino ce ne saranno una trentina, dall'Afghanistan al Bangladesh, dall'Angola allo Yemen, fino agli atolli del Pacifico, come Kiribati e Tuvalu". "Non e' un caso - dice ancora il presidente della Camera di commercio torinese - che proprio nei Paesi in via di sviluppo, anche quando l'economia e' in una primissima fase emergente, sul territorio troviamo sempre e regolarmente una Camera di Commercio, attiva nel mettere in rete gli imprenditori e nel fornire loro servizi".

"Il Congresso - conclude Ilotte - dimostra che nel mondo le Camere sono importanti, ma sicuramente anche molto diverse tra loro: ce ne sono di pubbliche, private, miste, nazionali, regionali, internazionali. In quest'ottica il cambiamento non ci spaventa, perchè, come in Italia, anche in molti altri Paesi si è sentita la necessità di riformare il sistema, per renderlo più adeguato ad un mondo economico in continua evoluzione. Quello che è importante però è ribadire il nostro ruolo, in qualità di interlocutori a stretto contatto con i territori e con le diverse esigenze imprenditoriali locali, su cui abbiamo competenze che nessun altro può vantare". (fonte AGI) .

  • Facebook
  • Twitter
  • Twitter

9TH WORLD CHAMBERS CONGRESS

Chambers for global prosperity
10-12 giugno 2015

Organizzazione
Promosso da ICC-International Chamber of Commerce e World Chambers Federation
Organizzato dalla Camera di commercio di Torino
Partner ufficiale nell’organizzazione: Ceipiemonte
Professional Conference Organizer: Triumph Group International di Roma e CCI - Centro Congressi Internazionale di Torino
Vai alla scheda dettagliata    www.worldchamberscongress.org